Prossime date


Al momento non abbiamo date in programma per "The Man Who Sold the World"


Tutte le date

Andrea Pazienza ha tratteggiato mondi fantastici, in cui fumetto e letteratura poterono abbracciarsi. Il mondo a tinte forti degli anni Settanta e quello contraddittorio degli anni Ottanta sono rimasti imprigionati per sempre nelle sue storie indimenticabili: Pentothal, Zanardi e Pompeo sono i suoi personaggi più importanti e conosciuti, e nello svolgersi dello spettacolo diventano strumenti utili per evocare lo spirito del tempo da cui sono sprigionati. Pazienza come maestro italiano: il tratto inconfondibile, la lingua che propone assieme con disinvoltura gergo giovanile e classicismi. L’impianto musicale dello spettacolo è quasi interamente tratto dal repertorio dei Nirvana, nella suggestiva ipotesi che gli anni Novanta siano una sorta di continuazione antropologica e culturale del decennio precedente: la scomparsa dei movimenti collettivi dalla forte caratterizzazione politica, l’irrompere di uno scenario inesorabilmente individuale, il presente come orizzonte temporale assoluto, i brividi prendono il posto della speranza (“Paz e Cobain sullo stesso scivolo”).


Marco Peroni ospite di “Il tempo e la storia” (Rai Tre)

Hallelujah
(Leonard Cohen)